Il gigante dal cuore di panna, libro di Francesco Sturaro

Autore padovano per il romanzo storico emozionante e accattivante

Ci sono libri di una forza incredibile nelle cui pagine risiede la capacità di far riflettere e di riconsiderare alcuni aspetti della nostra vita quotidiana.
Uno di questi libri è Il gigante dal cuore di panna, romanzo storico edito dalla casa editrice Bianca e Volta e scritto dall’autore padovano Francesco Sturaro.

Lo prendi in mano e non sai che poi esso ti terrà incollato pagina dopo pagina, capitolo dopo capitolo. La vita e la sorte di Asia, piccola protagonista, e di Bodo, suo fedele angelo custode, sapranno catalizzare la tua attenzione fino alla fine.

Cristina Papini legge il gigante dal cuore di panna del padovano Francesco Sturaro

Una storia che inizia in una Varsavia nel pieno della seconda guerra mondiale quando gli scempi nazisti prima, e la distruzione dei bombardamenti poi, non lasciano spazio ad alcun segno di umanità.  Una storia che culmina nella mia Padova, con un colpo di scena che arricchisce tutta la trama.

TRAMA

Giovanna, nonna di Greta, improvvisamente muore lasciando nella ragazza un grande senso di vuoto. Giovanna aveva origini polacche e si era trasferita in Italia in giovane età, era una dona felice e piena di vita e il suo incredibile ottimismo era una caratteristica apprezzata da tanti. Del suo passato nella terra d’origine tuttavia non si sapeva poi molto poichè non era solita parlarne.
Nel ripercorrere la vita dell’adorata nonna, Greta racconta al suo fidanzato una storia con cui quest’ultima era solita intrattenere i tanti nipoti la notte di Natale. Una storia lunga e toccante che aveva come protagonista la piccola Asia, una bimba di Varsavia a cui le SS avevano prematuramente sottratto i genitori in un efferato omicidio.
Asia incontra poi il gigante Bodo, un tedesco dall’aspetto inquietante e dall’atteggiamento piuttosto rude che tuttavia la salva alla furia nazista nascondendola nella sua capanna nel bosco. La storia si snoda al limitare della città che nel frattempo vive uno dei periodi più crudi della storia dell’umanità. Il ghetto, l’eccidio degli ebrei, la distruzione dei bombardamenti. Asia, nel suo fortissimo attaccamento alla vita e nel suo non volersi lasciar travolgere dagli eventi, decide di agire. Incurante della reticenza di Bodo, decide di salvare il mondo…una persona alla volta, proprio come recita la quarta di copertina.
Lo svolgimento della trama lo lascio a voi, sarebbe un vero peccato svelarvi le azioni di questa bimba incredibilmente coraggiosa.

Cristina Papini legge il gigante dal cuore di panna del padovano Francesco Sturaro

CONCLUSIONI

Il libro è estremamente accattivante e lo scritto di Francesco Sturaro scorrevole. Un romanzo storico che tiene incollati fino all’ultima pagina e la cui trama si conclude con un emozionante incontro.
Bella l’idea di tenere celata la storia della nonna per poi svelarla in un colpo di scena finale che si svolge proprio nella città di Padova, ove lei aveva deciso di vivere la sua vita dopo la fuga dalla Polonia.
Un libro che fa riflettere sull’insensatezza della guerra ma che rasserena anche l’animo proponendo un concetto piuttosto “allargato” di famiglia.
Consigliatissimo.

LINK UTILI

www.ibs.it

 

Cristina Papini


PH Galline Padovane
© 2017 Galline Padovane – Tutti i diritti riservati
Resta in contatto: Facebook – Instagram – Condividi usando #gallinepadovane