Iscriviti alla newsletter per avere accesso alle promozioni riservate alla community delle #gallinepadovane e restare aggiornata sulle novità del blog!


In barca sul Garda: come fare per chi non ha patente nautica

I miei consigli per trascorrere una giornata in barca al Lago di Garda senza bisogno di patente nautica o skipper

Nelle ultime settimane, complici le prime giornate nella casa del Lago di Garda e un tempo mite e soleggiato, ne ho approfittato per portare la famiglia a fare alcune gite in barca. Come forse saprai, la navigazione è una delle mie tante passioni, ragion per cui nel 2007 ho deciso di conseguire patente nautica senza limiti. Trascorrere una piacevole giornata in barca sul Garda, tuttavia, è possibile anche senza possedere la patente o ricorrere all’aiuto di uno skipper. Ecco perchè oggi ho deciso di spiegarti come fare a godere delle bellezze del Lago, navigando sulle sue suggestive acque, senza incorrere in rischi per la tua sicurezza o sanzioni.

Dove reperire un’imbarcazione a noleggio e quanto costa

Quasi ogni località benacense ha un proprio boat rent, ovvero un servizio di noleggio di piccoli natanti a motore. Prima di partire verso la località prescelta, ti consiglio pertanto di verificare online la presenza di questo servizio. Qualora ti trovassi nell’impossibilità di controllare, ti segnalo che spesso questi servizi si trovano in prossimità dei porti o di eventuali moli.

Nelle zone di Garda e Torri del Benaco, ad esempio, ho usufruito di questi due boat rent, entrambi affidabili e con barche in buono stato.
1) Boat Rent Garda – Garda (VR) – Rif. Edoardo 3498786289 (prenotare con un po’ di anticipo nel periodo estivo)
2) BIG I – Torri del Benaco (VR)

Le tariffe variano in base al tipo di barca e di potenza del motore ma, indicativamente, per una barca con motore da 40 cavalli e omologata per 7 persone, il costo si aggira intorno ai 120,00€ per la mezza giornata ai 200,00€ per la giornata intera. In taluni casi è possibile noleggiare anche su base oraria (55,00€-65,00€/ora). Sto ovviamente parlando di una barca a motore, quindi di un piccolo motoscafo, poiché reputo troppo complessa la gestione di una barca a vela senza avere conoscenze specifiche.

In barca al Lago di Garda senza patente

In barca al Lago di Garda senza patente

Principali cose da sapere

  • In quasi tutto il Lago di Garda vige l’obbligo di tenersi a 300 metri dalla riva quando si naviga a motore
  • La velocità max consentita per la navigazione diurna è di 20 nodi (ovvero poco meno di 40 km/ora). Ti sembreranno pochi ma fidati che 20 nodi su una barca open (ovvero aperta) si sentono tutti!!
  • Tieniti alla larga dalle rotte dei grandi battelli (aliscafi, traghetti etc). Se ne vedi uno arrivare in tua direzione, allontanati velocemente
  • Nel Lago di Garda vi è un’intensa attività di immersioni. I sub segnalano la loro presenza tramite apposite boe (di colore rosso/arancio con striscia diagonale bianca). Se ne vedi una tieniti ad almeno 100 metri di distanza
  • Nella zona Trentina del Lago di Garda è vietata la navigazione a motore (quindi resta in Veneto o lungo la costa lombarda)
  • Non sottovalutare mai il Lago e la sua pericolosità. Venti e correnti lo rendono più insidioso del mare (è anche molto più profondo dell’Adriatico per chi non lo sapesse). Semplificando, in caso di tempo incerto meglio restare sulla terraferma.

E la rotta da seguire?

Prima di iniziare la navigazione, solitamente mi organizzo con carta nautica, portolano e un’idea di massima della rotta che seguirò e delle cose che vorrò vedere. Ma, come detto all’inizio, questo post è dedicato ai neofiti e pertanto non posso pretendere che tu comprenda un piano nautico né che tu sappia tracciare una rotta, vero? Ti propongo di farti consigliare alcune destinazioni interessanti da chi ti fornisce la barca. I principali boat rent del Lago di Garda sono infatti piuttosto organizzati in tal senso: forniscono carte geografiche e indicazioni chiare per raggiungere le più interessanti vedute nelle vicinanze del luogo di ormeggio. In questo modo non dovrai improvvisare per trovare bei punti di osservazione.
In ogni caso, ricorda che la navigazione sul Lago di Garda è principalmente “a vista“, ovvero le coste sono ben visibili da ogni sua parte. Se conosci un po’ il territorio, riconoscere le principali località anche dall’acqua non sarà poi così complesso.

Se però desideri che io ti dia un paio di consigli, queste sono le tratte della costa veronese che reputo alla portata di tutti e che garantiscono belle vedute:

  1. Garda – Torri del Benaco (1 ora andata e ritorno)
    Nell’ordine vedrai:
    – Villa Canossa, villa veneta privata visibile solo dal Lago, subito dopo il centro di Garda;
    – La famosa Punta San Vigilio con il delizioso porticciolo (attenzione al grande scoglio affiorante antistante il porto – lo scoglio della Stella) dominata dalla cinquecentesca Villa Guarienti
    – La Baia delle Sirene (spiaggia molto frequentata)
    – Il Castello Scaligero di Torri del Benaco
    – Chiesa dei Santi Pietro e Paolo di Torri del Benaco
    – Villa Melisa e Punta Cavallo la zona balneare di Torri del Benaco
  2. Torri del Benaco – Malcesine (3 ore circa)
    Nell’ordine vedrai:
    – La frazione di Pai
    – Castelletto di Brenzone
    – Brenzone
    – Isola Trimelone (ad oggi deserta e da cui tenersi ben alla larga poiché luogo di affondamento esplosivi dei conflitti mondiali e non ancora bonificata)
    – Baia Val di Sogno e l’Isola di Sogno (nelle cui immediate vicinanze è presente un relitto, meta preferita dai sub)
    – Isola dell’Olivo (piccola isola selvaggia e disabitata)
    – Malcesine e il Castello merlato

Bellissima è anche L’Isola del Garda che si raggiunge in circa 40 min di navigazione partendo da Garda. L’isola è dominata da una grande villa privata (aperta al pubblico solo in alcuni periodi) ma è circondata da scogli e bassi fondali, per cui se decidi di andare, presta particolare attenzione quando ti avvicini.

Non fare il fenomeno della domenica

La velocità, il vento tra i capelli, l’adrenalina che solo la navigazione sa dare, piacciono molto anche a me, ma ti assicuro che non vi è nulla di più sgradevole che veder finire un famigliare in acqua e non avere idea di cosa fare per recuperarlo in sicurezza.  Il motore nautico nasconde alcune precise insidie: l’elica infatti può essere veicolo di pericolosi incidenti per cui tieniti sempre alla larga con la poppa (il retro) della tua barca da eventuali persone in acqua.
I tuoi ospiti vogliono fare un bagno al largo? Allontanati dalle zone più trafficate, spegni il motore e assicurati che a bordo resti sempre almeno una persona.

Prudenza quindi, non fare il fenomeno se non hai mai governato una barca prima d’ora. Preferisci una navigazione lenta e tranquilla alle grandi scie d’acqua e assicurati che chi non sa nuotare abbia il salvagente!

Buona navigazione e goditi il mio amato Lago di Garda!

In barca al Lago di Garda senza patente

In barca al Lago di Garda senza patente

In barca al Lago di Garda senza patente

In barca al Lago di Garda senza patente

Cristina Papini


PH Galline Padovane
© 2019 Galline Padovane – Tutti i diritti riservati
Resta in contatto: Facebook – Instagram – Condividi usando #gallinepadovane