Iscriviti alla newsletter per avere accesso alle promozioni riservate alla community delle #gallinepadovane e restare aggiornata sulle novità del blog!

Conosci Piazzetta San Nicolò a Padova?

Piazzetta San Nicolò, l’esclusivo salotto medievale di Padova

Ubicata a due passi dalla centralissima Piazza dei Signori, la graziosa Piazzetta San Nicolò, con la sua atmosfera sospesa nel tempo, è considerata da molti un luogo ricco di fascino nonché uno degli scorci più pittoreschi da fotografare a Padova.

Questo suggestivo angolo cittadino riesce a catturare non solo i turisti alla ricerca di spunti da condividere sui social, ma anche i padovani che desiderano trovare un po’ di pace lontano dalle vie trafficate e caotiche dello shopping.

Piazzetta San Nicolò Padova

Piazzetta San Nicolò è splendidamente incorniciata da edifici storici di pregio tra cui Palazzo Meschini e il seicentesco Palazzo Brunelli-Bonetti, anche se il vero gioiello, a cui deve il nome, è la solenne Chiesa, capolavoro di architettura romanica.

Fondata nel 1088, su preesistenze molto antiche, la Chiesa di aspetto medievale è frutto di vari rifacimenti e restauri effettuati nel corso degli anni. L’interno, in stile barocco è diviso in navate coperte da volte a crociera e ospita, oltre alle tombe di nobili famiglie padovane, affreschi e altri capolavori di arte sacra tra cui spicca una raffigurazione della Madonna e Santi di Giandomenico Tiepolo.

Un po’ defilata dal centro, Piazzetta San Nicolò, grazie al suo mélange sorprendente di stili architettonici, è diventata nel tempo una vera e propria icona della città patavina, nonché un poetico rifugio per i più romantici! A sera, quando le luci gialle dei lampioni illuminano lo spazio aperto e i palazzi circostanti, l’atmosfera si carica di magia ed è forte la sensazione di trovarsi proiettati in un’altra epoca. Si dice che sia quasi d’obbligo, per le coppie, scambiarsi un tenero bacio passeggiando in questo esclusivo salotto cittadino.

Per raggiungere la piazzetta, che si trova nelle vicinanze del Teatro Verdi, devi imboccare Via Dante e proseguire sul vicolo che porta il suo stesso nome. Buona passeggiata!

Cristina Papini