Iscriviti alla newsletter per avere accesso alle promozioni riservate alla community delle #gallinepadovane e restare aggiornata sulle novità del blog!

Cosa fare e vedere a Este

I luoghi e le cose più interessanti da scoprire a Este

Come sai amo girare il Veneto per scoprire tutte le sue bellezze, soprattutto quelle meno conosciute. Tra i borghi che mi hanno colpito di più c’è sicuramente Este, che si trova a una trentina di chilometri da Padova. Un piccolo centro storico che è un concentrato di cultura, tradizioni e arte. Oggi ti suggerisco qualche luogo da visitare se ti capita di essere nei dintorni o se vuoi organizzare una gita domenicale alternativa.

Este, un borgo suggestivo ricco di storia e cultura

Si trova adagiato alle pendici del monte Murale e la sua costruzione risale agli anni 1339-1340. Nel corso dei secoli ha subito diverse modifiche e della struttura originale restano oggi solo la cinta muraria, che si estende per un perimetro lungo 1 km, le 12 torri e due imponenti mastii. Fa da cornice agli splendidi giardini pubblici ricchi di piante secolari, aiuole geometriche e viali ben curati.
Panna, latte, zucchero, cacao e cioccolato, la stessa ricetta dal 1949, ideata da Renzo Schizzerotto nella sua gelateria di Este che oggi si chiama Vaniglia e Cioccolato ed è gestita dal figlio Giuseppe. Qui puoi assaggiare l’autentica e originale pannaghiaccio che, per essere definita tale, deve seguire delle regole di preparazione ben precise e deve essere montata esclusivamente con metodo meccanico e naturale, con frusta planetaria. Quattro le varianti di gusto: torroncino, cioccolato, fragola e macedonia. Da provare assolutamente!
Si trova sull’altare maggiore del Duomo di Este ed è riconosciuta dai critici come una delle più importanti opere a carattere religioso realizzate dal Tiepolo. Rappresenta la preghiera della patrona di Este, Santa Tecla, che invocava il Padre Eterno affinchè liberasse la città dalla peste.
E’ ospitato all’interno della cinquecentesca Villa Mocenigo ed è conosciuto anche come Museo Archeologico di Este. Ci sono 11 sale con diverse sezioni tematiche, distribuite su due piani. Puoi ammirare i reperti preromani e romani del territorio di Este e quelli archeologici rappresentativi della cultura e della storia dei Veneti antichi risalenti al primo millenio a.C.
Le Ceramiche d’Este vantano una tradizione millenaria e si può dire che siano uniche al mondo per fattura, materiali e lavorazione. Gli oggetti sono realizzati a mano ancora oggi e molte sono le botteghe aperte al pubblico che puoi visitare. La qualità dei manufatti è così alta che anche artisti famosi e grandi marchi di design scelgono il cotto d’Este per podurre oggetti pregiati.
Este in fiore è la manifestazione di florvivaismo che ogni anno, in aprile, coinvolge l’intera città e attira migliaia di appassionati. Fiori, piante ed essenze sono in mostra lungo le vie del centro storico, in piazza e nei giardini del Castello. Sospesa negli ultimi due anni a causa dell’emergenza Covid, confidiamo di poter rivedere una colorata Este in fiore nel 2022.
Attraversando il centro di Este puoi trovare aree archeologiche che testimoniano il passato dell’antica cittadina. In via Santo Stefano ti segnalo un punto di particolare interesse: la necropoli della Casa di Ricovero. Deve il suo nome al fatto che i reperti sono stati rinvenuti nel corso degli scavi presso il cortile della casa di riposo per anziani. E’ conosciuta fin dai primi del Novecento grazie al recupero di 120 tombe protostoriche. Qui puoi vedere le strutture tombali risalenti tra la fine del VII e l’inizio del VI secolo a. C.

MAPPA

Cristina Papini


PH Galline Padovane
Resta in contatto: Facebook – Instagram – Condividi usando #gallinepadovane
Iscriviti alla newsletter

Send this to a friend