Iscriviti alla newsletter per avere accesso alle promozioni riservate alla community delle #gallinepadovane e restare aggiornata sulle novità del blog!


Gli Amissi del Piovego, la voga alla veneta e la navigazione fluviale padovana

Pubblicato su

E’ Sicura. E’ Divertente. E’ tradizione. La navigazione fluviale padovana con gli Amissi del Piovego

Una lunga tradizione accompagna la navigazione fluviale padovana, ma quanti di noi possono dire di aver mai provato a solcare le acque cittadine? Io ho avuto l’opportunità di farlo grazie all’Associazione culturale e ambientalista Amissi del Piovego e Alessandro Campioni, suo Presidente. Oggi ti racconto questa mia esperienza e ti spiego come fare a viverla in prima persona.

L’itinerario che ho fatto io

Dopo un breve ma piacevolissimo giro del Bastione Buovo, subito a ridosso del nostro punto di ritrovo (la Golena San Massimo), in compagnia della mia famiglia ci siamo imbarcati su un “sandalo”, imbarcazione tipica della tradizione veneta. Abbiamo percorso il canale Piovego in direzione Porta Portello, fino a giungere a Ponte Milani (corrispondente all’incirca all’ex piazzale Boschetti). La navigazione fluviale lungo i canali padovani è qualcosa di magico e la voga alla veneta, praticata da Alessandro con la sicurezza data da tanti anni di esperienza, unica e affascinante.
Lungo il tragitto Alessandro ci ha fatto da guida, raccontandoci la storia e le caratteristiche di questa antica pratica e delle imbarcazioni dell’Associazione, senza trascurare aspetti storici e culturali delle bellissime zone che stavamo via via costeggiando. Una navigazione calma e piacevolissima in un tiepido pomeriggio di febbraio. Mio figlio (6 anni) ha molto gradito e nei suoi occhi ho visto accendersi l’interesse. Così come si è accesa più di qualche fragorosa risata quando ho provato a vogare, con scarsissimi risultati!

Chi sono gli Amissi del Piovego

Durante la navigazione, Alessandro ci ha presentato le attività dell’Associazione Amissi del Piovego. Con sede/punto di approdo presso Golena San Massimo, in via San Massimo a Padova, essa ha all’attivo più di un centinaio di iscritti. Queste le attività principali:

  • Portare avanti la lunga tradizione della voga alla veneta, tipo di navigazione che prevede un rematore in piedi che con un solo remo fa avanzare l’imbarcazione. Sviluppatasi nel territorio lagunare veneziano e nelle aree vicine, essa rappresenta un aspetto cruciale della storia cittadina;
  • Salvaguardare e promuovere l’ecosistema fluviale padovano e la Golena San Massimo attraverso attività divulgative, visite guidate e azioni concrete.

L’Associazione è nata agli inizi degli anni ’80 e non ha scopo di lucro. Le donazioni ricevute vanno prevalentemente a sostegno della manutenzione e del recupero delle imbarcazioni.

Le barche degli Amissi del Piovego

Diverse sono le imbarcazioni, rigorosamente appartenenti alla tradizione veneta, a disposizione degli Amissi del Piovego. Un “sandalo”, un “puparin”, una deliziosa gondola bianca e altri natanti sottratti alla probabile dismissione e con amore rimessi a nuovo dell’Associazione. Contrariamente a quanto si pensi, queste imbarcazioni sono piuttosto stabili (non rischi di cadere in acqua, fidati!) e permettono una navigazione rispettosa:

  • Non sono rumorose;
  • Non inquinano;
  • Non compromettono l’alveo del fiume;
  • Non generano moto ondoso, che rovinerebbe le sponde;
  • Portano avanti una tradizione che ci appartiene.

Padova vista dall’acqua è un belvedere che devi regalarti o regalare; nuovi panorami e prospettive ti aspettano, in una città che crediamo di conoscere bene ma di cui molto ancora ci sfugge. A me per prima.
Per chi fosse interessato consiglio di contattare gli Amissi del Piovego per prenotare una bella gita a bordo di una delle loro barche. L’esperienza merita in ogni stagione, ad ogni età, in gruppo o anche soli e il costo, o meglio la donazione simbolica, è a portata di qualunque tasca.

LINK E INFO UTILI

www.amissidelpiovego.it
info@amissidelpiovego.it

328 3133693
Via San Massimo, 137
Padova (Golena San Massimo)

Cristina Papini


PH Galline Padovane
© 2019 Galline Padovane – Tutti i diritti riservati
Resta in contatto: Facebook – Instagram – Condividi usando #gallinepadovane