Iscriviti alla newsletter per avere accesso alle promozioni riservate alla community delle #gallinepadovane e restare aggiornata sulle novità del blog!

Ponte di Veja, lo straordinario ponte naturale sui monti Lessini

Pubblicato su

Si trova a Sant’Anna d’Alfaedo (VR) Ponte di Veja, il più importante monumento geologico della Lessinia

Appartiene ai miei ricordi di infanzia, a quando assieme alla mia famiglia d’origine partivo a piedi dalla casa di villeggiatura di Erbezzo (VR) e vi arrivavo dopo un paio di ore di passeggiata nel verde dei Monti Lessini. Sto parlando di Ponte di Veja, lo straordinario ponte naturale a Sant’Anna d’Alfaedo (VR), luogo dal fascino ancestrale nonché formazione rocciosa a ben vedere piuttosto rara.
Come sai dal 2011 amo raccontare nelle pagine di questo blog le eccellenze produttive della città di Padova e del territorio veneto, alla pari delle sue straordinarie bellezze naturalistiche. Il Veneto è un luogo ricco di entusiasmanti sorprese, alcune le ho documentate per te qui.
Continua a leggere queste righe per scoprire come è facile visitare la formazione naturale di Ponte di Veja e fermarla così per sempre nei tuoi ricordi.

Ponte di Veja, maestosa ed imponente formazione naturale in Lessinia

È probabilmente il più importante monumento geologico della Lessinia, uno di quei posti che non ti aspetti di avere a poco meno di due ore da casa. Ponte di Veja infatti non è molto distante da Padova e raggiungerlo è proprio alla portata di tutti.
Dal parcheggio della Trattoria Ponte di Veja, in via Ponte di Veja, 1 a Sant’Anna d’Alfaedo VR, lo intercetti dopo un brevissimo sentiero nel bosco. Facile è dire poco poiché, a differenza di quando ci venivo da piccina, ora ci sono scale, passerelle e corrimano per rendere la camminata più sicura e agevole.

In pochissimi minuti di passeggiata nel verde, quello che ti trovi di fronte è un magnificente monumento naturale, una formazione rocciosa che assume la forma di un enorme ponte. Ponte di Veja è quanto rimane di un’imponente cavità, una grotta carsica crollata in seguito ad eventi non ben noti e la cui formazione è dovuta ad una serie di coincidenze geologiche.
Si pensa che il crollo della grande grotta sia avvenuto durante una delle fasi dell’ultima glaciazione, ma non si escludono teorie relative ad un forte terremoto avvenuto nel XIII secolo che ne fece crollare parte della volta.
Alla base del ponte sono state rinvenute alcune grotte abitate nel Paleolitico; gli studi condotti testimoniano la presenza di una fiorente lavorazione della selce, pietra scura che si trova abbondante in zona e da cui si possono ricavare lame, aghi ecc. Ah quante chiacchierate sulla selce feci da piccina con il mio papà, dirigente di una grande azienda chimica, laureato in chimica nonché grande appassionato di minerali.

Si può camminare sia sotto il ponte, sia sopra. La passeggiata è relativamente breve ma di fortissimo impatto. Goditi lo strepitoso panorama che si vede dalla sommità e non perdere l’opportunità di addentrarti nella parte più inferiore, tra grotte, torrenti, e natura selvaggia.
Il gigante carsico ha dimensioni notevoli poiché la sua arcata raggiunge circa 40 m di altezza, 20 m di larghezza e uno spessore minimo di 9 m; avvertirai il “peso” di queste misure quando ti troverai di fronte a Ponte di Veja.

Curiosità su Ponte di Veja

Lo spettacolare monumento naturale ispirò pittori e poeti come Dante e Mantegna. Entrambi visitarono questo luogo suggestivo e ne trassero ispirazione per due loro opere:

  • “Le Malebolge” di Dante, a cui è dedicato anche il secolare castagno presente nel cortile esterno della suddetta trattoria;
  • “La casa degli sposi” di Mantegna, opera conservata nel Palazzo Ducale di Mantova e che ritrae il famoso ponte.

Avvertenze e consigli

Mi viene chiesto spessissimo come organizzarsi per replicare le gite che compio e quindi ho deciso di raccogliere qui alcuni punti:

Calzature: comode e chiuse, meglio se da montagna poiché in alcuni brevi punti il sentiero è scivoloso e roccioso (no ciabatte o infradito per favore!);
Passeggini: NI. Fino alla parte superiore del ponte ci puoi arrivare anche con il passeggino, sotto il ponte no. A mio avviso è meglio portare i bimbi a piedi o nello zaino porta bimbi se possibile;
Pranzo: come sai io mi muovo sempre con un pranzo al sacco, mi organizzo per mangiare nella natura. In questo caso puoi però usufruire della comoda trattoria e valutare di mangiare direttamente li;
Servizi igienici: la trattoria ha una toilette esterna, noi l’abbiamo usata senza problemi pur non avendo ordinato nulla.

Concludendo, ti consiglio vivamente la visita a Ponte di Veja ma ti suggerisco anche di abbinarvi qualche altra meta in zona poichè, come detto, la visita è piuttosto breve. Alcuni suggerimenti: le Cascate del Molina, Veja Park Adventure (a pochissimi minuti) oppure la Valle delle Sfingi a Velo Veronese.

Ti auguro di fare una buona gita!

LINK E INFO UTILI

Cristina Papini


PH e riprese Galline Padovane
Resta in contatto: Facebook – Instagram – Condividi usando #gallinepadovane