Iscriviti alla newsletter per avere accesso alle promozioni riservate alla community delle #gallinepadovane e restare aggiornata sulle novità del blog!

Il Veneto e le sue grotte

Pubblicato su

Le cavità naturali da esplorare in Veneto

Qualche mese fa ti ho parlato della suggestiva Grotta Azzurra di Mel che si trova in provincia di Belluno, un vero e proprio gioiello naturale. Non è però l’unico spettacolo della natura che il Veneto regala a chi ama le gite all’aria aperta. La maggior parte del suo territorio montuoso e collinare, infatti, è costituito da aree carsiche che si contraddistinguono per la presenza di grotte o cavità naturali, un mondo sotterraneo che incanta per la bellezza dei colori e i particolari giochi di luci e ombre.
Come sai nelle pagine di questo blog amo portarti alla scoperta delle bellezze del territorio padovano e veneto, non solo dal punto di vista produttivo e imprenditoriale, ma anche naturalistico. Ho pensato quindi di presentarti alcuni di questi luoghi suggestivi, dalla magica atmosfera. Scopriamoli insieme.

Il Veneto e le sue grotte

Grotte e antiche cave: la bellezza del Veneto sotterraneo.

GROTTA DI MONTE CAPRIOLO, Roverè Veronese, VR

Si trova a quota 1005 metri, è la principale grotta delle Lessinia e la più visitata in Veneto. Grazie a un percorso di passerelle puoi entrare e ammirare uno scenario incantevole: pareti, soffitti e pavimenti ricoperti di stalattiti, stalagmiti, colonne e coralloidi. All’interno c’è una temperatura costante di circa 9 gradi.

GROTTE DI OLIERO, Valstagna, VI

Le sorgenti di Oliero si trovano in Valstagna, nella Valbrenta e sono tra le risorgive carsiche più grandi d’Europa. Sono 4 le grotte attualmente aperte al pubblico: Covol dei Assasini, Covol dee Soree, Covol dei Siori e Covol dei Veci. Quest’ultima è visitabile solo dagli speleosub. All’esterno delle grotte trovi un meraviglioso parco con un percorso naturalistico.

GROTTE DI SAN BERNARDINO, Mossano, VI 

Un luogo ricco di storia, considerato il sito archeologico più antico del vicentino in quanto ci sono tracce dell’uomo di Neanderthal risalenti a circa 200.000 anni fa. Il suo nome tra origine da San Bernardino da Siena che andava spesso a ritirarsi in questo grotta decisamente suggestiva. Ci si arriva attraverso un sentiero boschivo.

CAVERNA DEL SCIASON, Rotzo, VI

È una voragine naturale antica molto suggestiva che si trova sulla piana di Campolongo. Data la sua impressionante profondità, circa 100 metri, è ben delimitata e si può ammirare solo dall’esterno. Secondo quanto dicono gli speleologi, il fondo di questo misterioso spettacolo della natura è perennemente ghiacciato.

CAVE DI PRUN, Negrar, VR

Sono delle antiche cave dismesse che si trovano a Negrar; vere e proprie gallerie da cui si estraevano le famose “pietre di Prun”di colore rosso-biancastro, meglio note come “pietre della Lessinia“. Un tesoro nascosto che al suo interno cela chilometri di tunnel suggestivi da esplorare.

LE PRIARE, Montecchio Maggiore, VI

Un complesso di cave sotterranee che si possono visitare con l’accompagnamento di una guida. Si trovano sotto i “Castelli di Giulietta e Romeo”  e sono state anche rifugio per la popolazione durante la Seconda Guerra Mondiale.

GROTTE DI TOFANA, Belluno

È una vera meraviglia della natura questa cavità naturale, alta dai 10 ai 30 metri e lunga più di 300. L’ambiente è reso suggestivo dalle numerose stalagmiti e stalattiti di ghiaccio che si formano soprattutto in primavera. Il percorso per raggiungerla però non è semplice ed è consigliato l’equipaggiamento da ferrata.

GROTTE DEL CAGLIERON, Fregona, TV

Sono tra le grotte più condivise su Instagram e in effetti sono talmente suggestive che non postarle sarebbe impossibile! Sono le Grotte del Caglieron, un grande complesso di impressionanti cavità ubicate a Fregona, nella provincia di Treviso. Perfette per una gita domenicale.

Cristina Papini


PH Galline Padovane
Resta in contatto: Facebook – Instagram – Condividi usando #gallinepadovane
Iscriviti alla newsletter